maggio 23, 2017 - No Comments!

AWS Summit Milano 2017

La seconda edizione dell’AWS Summit Milano è alle porte!

Insieme alla Cloud Alliance, saremo presenti al più grande evento italiano dedicato al cloud di Amazon Web Services.

Il prossimo 8 giugno a Milano avrai la possibilità di immergerti negli ultimi trends tecnologici e ascoltare preziose testimonianze e casi di successo di molti clienti italiani d’eccezione.

Porta con te i tuoi progetti e le tue idee e passa a trovarci, ci trovi all’interno dell’area Expo. Puoi prenotare da subito un incontro con un nostro cloud expert. Compila il form e riserva il tuo slot: https://goo.gl/forms/nOSYC8ZbNRTQe8j62

L’evento è gratuito, ma i posti sono limitati:
Registrati

maggio 16, 2017 - No Comments!

Il continuous improvement inizia dalle persone

In questo blog post vogliamo mettere in evidenza uno dei valori più importanti all’interno di XPeppers: il miglioramento continuo. Un valore che si può percepire già dai primi giorni di esperienza lavorativa, momento in cui i nuovi arrivati iniziano a seguire un percorso di studio mirato all’approfondimento dei principi e dei valori condivisi dal team, tra cui tematiche legate ai metodi agili e ad extreme programming.

Kata in progress!

In questo percorso c’è la figura di un tutor aziendale, una persona del team che affianca e segue il nuovo arrivato durante un primo periodo, fornendo feedback e consigli su come affrontare nel modo migliore i temi trattati. Oltre a questa figura di riferimento, si può sempre contare su un ulteriore supporto dal resto del team.

Il nostro percorso di studio è organizzato in aree tematiche che coprono i concetti più importanti delle metodologie agili e tutte quelle buone pratiche per scrivere codice migliore. Studiamo dai libri, dai blog e da altre risorse che riteniamo valide, alternando la teoria alla pratica. Affiancandoci a qualche altra persona del team svolgiamo e ripetiamo esercizi di programmazione, detti Kata, per rendere il più naturale possibile l’apprendimento dei temi studiati e la loro applicazione su progetti reali.

Una volta completato questo percorso, in XPeppers continua ad essere presente come pratica quotidiana il cosiddetto “pomodoro di studio”, momento in cui ogni giorno ciascuno di noi dedica del tempo all’approfondimento di argomenti che crediamo importanti per la nostra crescita professionale. Quando lo riteniamo opportuno organizziamo anche presentazioni interne per cercare feedback e condividere tematiche rilevanti col resto del team.

Per nostra natura ci piace raccogliere feedback e cercare di migliorarci continuamente, e questo si riflette anche sul nostro percorso di studio che continua a cambiare nel tempo per rimanere al passo con le tematiche emergenti.

Se anche tu come noi credi al miglioramento continuo, sei curioso e pensi che il nostro metodo e percorso di studio possano farti crescere allora continua a seguirci o mandaci la tua candidatura!

aprile 26, 2017 - No Comments!

Container Conference in Chiasso

Due giornate dedicate ai temi del DevOps, la Containerizzazione delle applicazioni e lo sviluppo di architetture a Microservizi

L’ agenda per l’evento dei Containers a Chiasso (23-24 maggio) è stata appena annunciata e vi consigliamo di prendere subito i biglietti scontati.
Per iniziare avremo con noi Mattia Gandolfi di Google, che ci parlerà di Kubernetes il tool di riferimento per il deploy, scaling e gestione di applicazioni containerizzate.
Direttamente da Mesosphere DC/OS, Jörg Shad ci parlerà di come mantenere l’applicazione resiliente, nonostante errori di rete, aggiornamenti o bug.

Vedi l’agenda completa

Il giorno 23 Maggio è interamente dedicato ai workshop, tre opzioni super interessanti per capire come realizzare applicazioni sul cloud, containerizzarle con Docker o farle evolvere verso un’architettura a microservizi. CTO, developers e operations non possono perdersi questa opportunità di formazione. Scriveteci per sconti e biglietti di gruppo.

Prendi i biglietti

 

aprile 7, 2017 - No Comments!

What is your AI strategy?

Intelligenza artificiale AWS

Il format LAI va in tournée presso incubatori e acceleratori italiani, prima tappa: Firenze, all'interno di Nana Bianca.
In questa occasione approfondiremo il tema dell'intelligenza artificiale.
All'ultimo summit di Amazon, l'intelligenza artificiale AWS ha avuto un ruolo centrale, con la presentazione di servizi, fino a poco tempo fa riservati a centri di ricerca, facilmente integrabili nelle proprie applicazioni.

Durante la giornata di formazione gratuita vedremo come l'intelligenza artificiale AWS può essere inserito nei progetti, casi d'uso innovativi nel retail e il nostro robot in grado di riconoscere gli oggetti.
La parte adopt "hands-on" permetterà di costruire un chatbot diverso dai soliti, integrato con i nuovi servizi di image recognition e NLP.

Vedi l'agenda >

marzo 15, 2017 - No Comments!

Incontro DevOps Italia – Si fa presto a dire Serverless

Ultimamente si sente molto parlare di architetture Serverless, un termine per certi versi ambiguo e legato a troppi diversi significati che secondo noi non esprime ciò che in realtà si vuole comunicare.

 

All'Incontro DevOps Italia Alessio Coser e Daniel Depaoli hanno tenuto una presentazione su questo tema iniziando con una breve introduzione a questa architettura chiamata anche Function as a Service (FaaS).

Applicando l'architettura FaaS in vari progetti abbiamo raccolto delle riflessioni su quali siano i vantaggi e le sfide che si devono affrontare nell'utilizzo di questa tecnologia.

Le slides della presentazione

 

Da queste esperienze abbiamo creato un corso per capire come implementare correttamente una architettura Serverless in modo da gestire le complessità e rendere i cambiamenti futuri più facili: vedi il programma.

marzo 8, 2017 - No Comments!

Training e Affiancamento su Microservizi

formazione microservicesIn occasione di Incontro DevOps lanciamo una nuova offerta di per l'adozione di microservizi.
I corsi, erogati a Milano, Roma e presso le aziende, sono pensati per far intraprendere il percorso di adozione sia dal punto di vista metodologico sia per realizzare la propria architettura utilizzando i servizi cloud di AWS e i meccanismi di containerizzazione di Docker.
Il valore aggiunto consiste in un pacchetto kickstart per calare i concetti appresi nel contesto del dominio aziendale. Una serie di attività di affiancamento per raggiungere i risultati in minor tempo.

Pagina di dettaglio >

 

marzo 6, 2017 - No Comments!

“How Agile Dev Teams work” – Our seminar @ICTDays 2017

seminar picture

Last Thursday, in a joint effort with Paros s.r.l., we held a seminar at the department of Information Engineering and Computer Science at the University of Trento.

It was the final event of the day for the 2nd of March and a part of the ICTDays program, which is a set of activities spanning across a couple of weeks, organized to facilitate the meeting between Tech companies and Information Technology students that are looking for career opportunities.

We have worked with the Paros team for a cumulative period of almost three years now, and we were looking to share our experience and introduce the attending students to what an Agile transformation may look like - maybe in a company they could be working for in a few years (or months) from now.
(You will be able to read more about our successful collaboration with Paros in an upcoming and more comprehensive case study, so be sure to keep up to date with our latest news!)

The Seminar:

After a brief intro about the Agile principles and manifesto, we talked about the "old way" of doing things.
No shared knowledge about the product, long requirement gathering cycles, impossibly complicated deployment procedures, very few opportunities for growth... You name it.
We then proceeded to illustrate how XPeppers and Paros started their collaboration. One step at a time, it managed to change the company culture, leveraging on the work of both teams.
This introduced a long series of benefits, starting from a collective code ownership of the development team to a deeper commitment to the product across all departments - simply a more efficient process all around.
In particular, we focused on the introduction of Scrum, which allowed us to focus on creating business value: rather than planning in terms of technical considerations, such as software layers, this framework helped the team to plan in terms of benefits for the customers and their final users.
The following step was introducing technical practices taken from Extreme Programming, like TDD, Continuous Integration, Refactoring, which allowed the team to develop the kind of technical excellence needed to be able to release early, often and continuously.

You can look at our slides here!

https://docs.google.com/presentation/d/1pyRu8DJr05iFzIazOUs4HJuZ7_osMs_p-Ua_8VsFoKw/edit?usp=sharing

What we have learned:

At the end of the talk, we had the chance to answer interesting questions from the students spanning across a wide range of subjects: from the technical, down to earth stuff to the most abstract concepts addressed by our process.

It was a very stimulating experience and a chance to take a fresh look at our company environment from the perspective of young, newly trained people.
We are definitely looking forward to more opportunities like this one, where we get to keep in touch with the emerging professionals in our field.

If you were attending our seminar, please let us know your feedback and any questions you may have left by contacting us through our website.
We'd love to hear from you!

febbraio 20, 2017 - No Comments!

Hiring Great People – come abbiamo migliorato il nostro processo di recruitment

hiring

Attirare e selezionare le persone giuste consente di costruire un grande team, di farlo crescere in salute, mantenendo e consolidando la propria cultura aziendale.
Eppure troppo spesso il processo di recruitment è sottovalutato o demandato quasi interamente al reparto HR o a società esterne.

Nella sessione dell'agile day del 2015 Pietro Di Bello ha raccontato il processo di recruitment che nel corso degli anni abbiamo messo a punto, di quali siano gli aspetti che valutiamo più importanti, dell’importanza di coinvolgere pienamente il team in questo percorso, facendo anche un confronto con i metodi di selezione “tradizionali”.

Si tratta ovviamente di un percorso mai fisso: il processo di recruitment può e deve cambiare ed adattarsi al crescere dell’azienda. E come tale pone sempre nuove sfide, che vorrei raccontarvi, sia di quelle vinte che di quelle perse.

Le slides della presentazione

 

Se vuoi provare dal vivo il nostro processo di recruitment, invia la tua candidatura dalla pagina di carriere.

febbraio 13, 2017 - No Comments!

Case Study PhotoVogue

Photovogue

Nata come società di stampa, al giorno d'oggi la maggior parte dei contenuti di Condé Nast è distribuita attraverso canali digitali, per cui sono necessari la stabilità delle piattaforme di distribuzione e la flessibilità della tecnologia.

PhotoVogue, parte del marchio Vogue, è una piattaforma per i fotografi che vogliono mostrare il loro talento con la possibilità di partecipare a mostre internazionali e iniziative e la possibilità di essere rappresentato da un'agenzia di New York Art + Commerce, una delle più prestigiose al mondo.
La piattaforma, lanciata nel 2011, aveva bisogno di un importante aggiornamento della tecnologia per supportare la crescita costante. Nel corso del kickoff del progetto il team ha deciso di sfruttare tutte le tecnologie all'avanguardia fornite da Amazon.

Abbiamo partecipato all’implementazione nel corso di un periodo di tempo di tre mesi, portando l'adozione di metodologie agili e le operazioni automation di infrastruttura. Amazon ha realizzato un case study sul progetto.

La soluzione

serverless architecture

  • AWS Lambda abilita la scalabilità automatica in base al traffico di PhotoVogue to scale.
  • Il Web Client di PhotoVogue utilizza le API REST costruite con AWS Lambda e AWS API Gateway.
  • Gli utenti possono caricare le loro foto utilizzando la funzionalità delle S3 Pre-Signed URLs.
  • AWS S3 scatena una AWS Lambda function che converte la foto caricata dall'utente in vari formati.
  • AWS RDS con MySQL sono usati come servizio di database.
  • AWS CloudFront è usata come content delivery network per i contenuti.
  • AWS API Gateway è usato come layer di caching per le API rest.

Leggi il case study: https://aws.amazon.com/solutions/case-studies/photovogue/

febbraio 2, 2017 - No Comments!

Nuovo Workshop – Build, test and run a microservice, in AWS Elastic Container Services

Un nuovo workshop si aggiunge al nostro catalogo, la prima edizione sarà il 9 marzo a Bologna in occasione di Incontro DevOps.

tweet workshop

Le sfide che portano ad un sistema distribuito basato su micro-servizi sono molte. Le aziende devono spesso modificare il loro modo di sviluppare, il loro modello organizzativo deve adattarsi ai processi DevOps e le scelte tecniche devono essere orientate a disaccoppiare il più possibile i componenti. Amazon Web Services sta rapidamente abbracciando architetture basate su micro-servizi cloud-native. Per velocizzare l’adozione dei micro-servizi AWS ha introdotto Docker come sistema per “containerizzare” i carichi di lavoro di applicazioni esistenti o nuove. In particolare AWS ha lanciato il servizio ECS (Amazon Container Service) per gestire in maniera semplice ed efficiente un cluster di tali container e ECR (Elastic Container Registry) come registro di contenitori Docker completamente gestito.

workshop

Durante il workshop metteremo in piedi una pipeline attraverso il servizio AWS CodePipeline che ci permetterà di automatizzare il flusso che va dalla creazione dell’intera infrastruttura, utilizzando AWS Cloudformation, fino all’esecuzione del servizio sul cluster Amazon ECS.
Vedremo poi come Amazon Blox (progetto open-source) ci fornisce una serie di API per creare orchestratori personalizzati.

Argomenti

- Deployment on AWS (CLoudformation, Opsworks, Beanstalk)
- CI&CD on AWS (CodeDeploy, CodeBuild, CodePipeline)
- Container on AWS (Elastic Container Services)
- All together: build, test and run a microservices

Cosa Impareremo

Impareremo a creare una Pipeline di CI&CD che va dal test di un micro servizio fino al deploy su un cluster di container docker passando per la creazione automatica dell’infrastruttura (Infrastruttura come codice).

A chi è rivolto

DevOps Engineer, Systems Engineer, Developer

Requisiti

Notebook con:
- Docker
- Apache Maven
- Editor (Atom, Sublime, etc)
- AWS Command Line

Docente

Paolo Latella

Prendi il biglietto per il workshop:

Eventbrite - Incontro DevOps Italia 2017
Non riesci a partecipare o vuoi offrire questo workshop al tuo team? contattaci per un'offerta onsite