dicembre 5, 2016 - 1 comment.

Ruby Day 2016 – La nostra esperienza a Firenze

by Alessio Coser, Christian Fei, Matteo Pierro

Sabato, 26 Novembre 2016, abbiamo partecipato al Ruby Day 2016 a Firenze (programma).

Presentazione del Ruby Day 2016

Presentazione del Ruby Day 2016

La conferenza è iniziata con l'intervento di Xavier Noria che ha proposto alcuni concetti di codice leggibile, corretto e conciso.

Abbiamo visto alcune porzioni di codice scritte in modi diversi: alcuni più concisi, altri più leggibili e ci ha fatto notare che la scelta di come scrivere il codice è molto soggettiva, ma che dovrebbe comunque essere condivisa interamente dal team in cui ci si trova.

Successivamente abbiamo deciso di seguire una presentazione improntata su Integration testing, di Piotr Szotkowski. Il ragionamento di Piotr è partito dalle problematiche emerse in questi anni su integration testing ed ha preso come esempio l'articolo di J.B. Rainsberger intitolato "Integrated Tests Are A Scam!".
E' partito con un'introduzione sui test doubles, come e quando vengono usati, ma soprattutto quali sono le loro limitazioni. Ci ha spiegato come Bogus (un tool per il testing) affronta questi problemi in modo diverso e ci aiuta nel tdd-outside-in.

Prima di pranzo Devon Estes ci spiega come applicare concetti funzionali ad applicazioni Ruby. Ci ha invitato a ripensare il modo in cui scriviamo il codice sfruttando concetti del paradigma funzionale mostrandoci alcuni esempi di come sia possibile scrivere codice testabile e mantenibile.

Ruby Refinements - Paolo Perrotta

Refinements the worst feature you ever loved - Paolo Perrotta - Ruby Day 2016

Nel pomeriggio Paolo Perrotta ci ha raccontato di una fantastica feature poco conosciuta utilizzata di Ruby chiamata "Refinements". Ci ha parlato di come questa feature sia un'arma a doppio taglio e del motivo per il quale è stata introdotta: cercare un'alternativa sostenibile al monkey patching.

In seguito Simone Carletti ci racconta come la sua curiosità verso altri linguaggi di programmazione (Elixir, GO, Crystal e Java in particolare) lo abbiano portato ad evolvere il modo con cui scrive codice in Ruby.

Il talk successivo, proposto da Benjamin Roth, era incentrato sul tema dei ServiceObject e su come comporli per creare quello che lui chiama realistic context. Ha sottolineato come un approccio del genere porti ad avere dei Controller più light e con meno codice ripetuto. A supporto della presentazione ha introdotto una serie di gemme che "facilitano" -l'applicazione di questa pratica. Tra queste quella che ci ha colpito di più è stata Waterfall.

Nel tardo pomeriggio abbiamo partecipato al talk Lessons learned while building Hanami di Luca Guidi.
Ha parlato di tutti gli aspetti che si celano dietro lo sviluppo e il mantenimento di un progetto Open Source, di come la comunicazione e la collaborazione siano aspetti molto importanti nella buona riuscita di progetti di questo tipo.

Secondo la sua esperienza la scrittura di codice arriva alla fine di tutte quelle azioni che permettono la crescita della comunità intorno al progetto come la comunicazione che deve essere “inclusiva“ e propositiva in modo da aiutare, chi lo desidera, a collaborare al progetto.

Inoltre ha toccato un aspetto molto importante: la gestione del tempo. Consiglia di dedicasi al progetto ogni giorno anche per poche ore. Però non proprio ogni giorno, infatti si dovrebbe riuscire a ritagliarsi del tempo (come il week-end) per la propria vita privata e non permettere che questa attività, anche se è appassionante, assorba tutto il tempo libero.

Can we still innovate? - Piotr Solnica - Ruby Day 2016

Can we still innovate? - Piotr Solnica - Ruby Day 2016

Piotr Solnica ha concluso la giornata parlando della sua esperienza nello sviluppo di progetti OpenSource e di come la comunità cerca di migliorare l'ecosistema Ruby.

E' stata veramente una bella esperienza che ci ha permesso di confrontarci con la comunità Ruby e di passare una giornata divertente e stimolante.

Published by: xpeppers in Blog, Coding, XPeppers

Comments

Bartosz Bonisławski
gennaio 12, 2017 at 4:39 pm

I and my colleagues had a chance to visit the event in 2016; It was a great conference indeed. Here are some opinions and summaries from RubyDay2016 https://www.netguru.co/blog/our-memories-of-rubyday2016

Leave a Reply