All Posts in XPeppers

marzo 15, 2017 - No Comments!

Incontro DevOps Italia – Si fa presto a dire Serverless

Ultimamente si sente molto parlare di architetture Serverless, un termine per certi versi ambiguo e legato a troppi diversi significati che secondo noi non esprime ciò che in realtà si vuole comunicare.

All'Incontro DevOps Italia Alessio Coser e Daniel Depaoli hanno tenuto una presentazione su questo tema iniziando con una breve introduzione a questa architettura chiamata anche Function as a Service (FaaS).

Applicando l'architettura FaaS in vari progetti abbiamo raccolto delle riflessioni su quali siano i vantaggi e le sfide che si devono affrontare nell'utilizzo di questa tecnologia.

Le slides della presentazione

 

Da queste esperienze abbiamo creato un corso per capire come implementare correttamente una architettura Serverless in modo da gestire le complessità e rendere i cambiamenti futuri più facili: vedi il programma.

marzo 6, 2017 - No Comments!

“How Agile Dev Teams work” – Our seminar @ICTDays 2017

seminar picture

Last Thursday, in a joint effort with Paros s.r.l., we held a seminar at the department of Information Engineering and Computer Science at the University of Trento.

It was the final event of the day for the 2nd of March and a part of the ICTDays program, which is a set of activities spanning across a couple of weeks, organized to facilitate the meeting between Tech companies and Information Technology students that are looking for career opportunities.

We have worked with the Paros team for a cumulative period of almost three years now, and we were looking to share our experience and introduce the attending students to what an Agile transformation may look like - maybe in a company they could be working for in a few years (or months) from now.
(You will be able to read more about our successful collaboration with Paros in an upcoming and more comprehensive case study, so be sure to keep up to date with our latest news!)

The Seminar:

After a brief intro about the Agile principles and manifesto, we talked about the "old way" of doing things.
No shared knowledge about the product, long requirement gathering cycles, impossibly complicated deployment procedures, very few opportunities for growth... You name it.
We then proceeded to illustrate how XPeppers and Paros started their collaboration. One step at a time, it managed to change the company culture, leveraging on the work of both teams.
This introduced a long series of benefits, starting from a collective code ownership of the development team to a deeper commitment to the product across all departments - simply a more efficient process all around.
In particular, we focused on the introduction of Scrum, which allowed us to focus on creating business value: rather than planning in terms of technical considerations, such as software layers, this framework helped the team to plan in terms of benefits for the customers and their final users.
The following step was introducing technical practices taken from Extreme Programming, like TDD, Continuous Integration, Refactoring, which allowed the team to develop the kind of technical excellence needed to be able to release early, often and continuously.

You can look at our slides here!

https://docs.google.com/presentation/d/1pyRu8DJr05iFzIazOUs4HJuZ7_osMs_p-Ua_8VsFoKw/edit?usp=sharing

What we have learned:

At the end of the talk, we had the chance to answer interesting questions from the students spanning across a wide range of subjects: from the technical, down to earth stuff to the most abstract concepts addressed by our process.

It was a very stimulating experience and a chance to take a fresh look at our company environment from the perspective of young, newly trained people.
We are definitely looking forward to more opportunities like this one, where we get to keep in touch with the emerging professionals in our field.

If you were attending our seminar, please let us know your feedback and any questions you may have left by contacting us through our website.
We'd love to hear from you!

febbraio 13, 2017 - No Comments!

Case Study PhotoVogue

Photovogue

Nata come società di stampa, al giorno d'oggi la maggior parte dei contenuti di Condé Nast è distribuita attraverso canali digitali, per cui sono necessari la stabilità delle piattaforme di distribuzione e la flessibilità della tecnologia.

PhotoVogue, parte del marchio Vogue, è una piattaforma per i fotografi che vogliono mostrare il loro talento con la possibilità di partecipare a mostre internazionali e iniziative e la possibilità di essere rappresentato da un'agenzia di New York Art + Commerce, una delle più prestigiose al mondo.
La piattaforma, lanciata nel 2011, aveva bisogno di un importante aggiornamento della tecnologia per supportare la crescita costante. Nel corso del kickoff del progetto il team ha deciso di sfruttare tutte le tecnologie all'avanguardia fornite da Amazon.

Abbiamo partecipato all’implementazione nel corso di un periodo di tempo di tre mesi, portando l'adozione di metodologie agili e le operazioni automation di infrastruttura. Amazon ha realizzato un case study sul progetto.

La soluzione

serverless architecture

  • AWS Lambda abilita la scalabilità automatica in base al traffico di PhotoVogue to scale.
  • Il Web Client di PhotoVogue utilizza le API REST costruite con AWS Lambda e AWS API Gateway.
  • Gli utenti possono caricare le loro foto utilizzando la funzionalità delle S3 Pre-Signed URLs.
  • AWS S3 scatena una AWS Lambda function che converte la foto caricata dall'utente in vari formati.
  • AWS RDS con MySQL sono usati come servizio di database.
  • AWS CloudFront è usata come content delivery network per i contenuti.
  • AWS API Gateway è usato come layer di caching per le API rest.

Leggi il case study: https://aws.amazon.com/solutions/case-studies/photovogue/

febbraio 2, 2017 - No Comments!

Nuovo Workshop – Build, test and run a microservice, in AWS Elastic Container Services

Un nuovo workshop si aggiunge al nostro catalogo, la prima edizione sarà il 9 marzo a Bologna in occasione di Incontro DevOps.

tweet workshop

Le sfide che portano ad un sistema distribuito basato su micro-servizi sono molte. Le aziende devono spesso modificare il loro modo di sviluppare, il loro modello organizzativo deve adattarsi ai processi DevOps e le scelte tecniche devono essere orientate a disaccoppiare il più possibile i componenti. Amazon Web Services sta rapidamente abbracciando architetture basate su micro-servizi cloud-native. Per velocizzare l’adozione dei micro-servizi AWS ha introdotto Docker come sistema per “containerizzare” i carichi di lavoro di applicazioni esistenti o nuove. In particolare AWS ha lanciato il servizio ECS (Amazon Container Service) per gestire in maniera semplice ed efficiente un cluster di tali container e ECR (Elastic Container Registry) come registro di contenitori Docker completamente gestito.

workshop

Durante il workshop metteremo in piedi una pipeline attraverso il servizio AWS CodePipeline che ci permetterà di automatizzare il flusso che va dalla creazione dell’intera infrastruttura, utilizzando AWS Cloudformation, fino all’esecuzione del servizio sul cluster Amazon ECS.
Vedremo poi come Amazon Blox (progetto open-source) ci fornisce una serie di API per creare orchestratori personalizzati.

Argomenti

- Deployment on AWS (CLoudformation, Opsworks, Beanstalk)
- CI&CD on AWS (CodeDeploy, CodeBuild, CodePipeline)
- Container on AWS (Elastic Container Services)
- All together: build, test and run a microservices

Cosa Impareremo

Impareremo a creare una Pipeline di CI&CD che va dal test di un micro servizio fino al deploy su un cluster di container docker passando per la creazione automatica dell’infrastruttura (Infrastruttura come codice).

A chi è rivolto

DevOps Engineer, Systems Engineer, Developer

Requisiti

Notebook con:
- Docker
- Apache Maven
- Editor (Atom, Sublime, etc)
- AWS Command Line

Docente

Paolo Latella

Prendi il biglietto per il workshop:

Eventbrite - Incontro DevOps Italia 2017
Non riesci a partecipare o vuoi offrire questo workshop al tuo team? contattaci per un'offerta onsite

gennaio 20, 2017 - No Comments!

Metriche per finanziare il cambiamento

trinko 2

Una trappola comune è quella di utilizzare metriche e KPI per giudicare una performance, perdendo invece la possibilità di imparare e ricevere feedback dal sistema.
Marco Trincardi, nel suo talk all’Italian Agile Days, ha illustrato quali sono le modalità per misurare i costi del waste e delle inefficienze di un'organizzazione e di come queste metriche sono state utilizzate per argomentare gli investimenti, formativi e tecnologici necessari a portare il cambiamento in azienda.

 

Slides della presentazione

Ti ritrovi negli esempi di inefficienze mostrati? Contattaci per organizzare un assessment nella tua azienda.

 

gennaio 13, 2017 - No Comments!

I prossimi eventi

Save the date, tanti eventi in cui saremo presenti come organizzatori o tra il pubblico ad ascoltare.

25 gennaio - AWS business essentials & Re(Play):Invent + AWS User Group Ticino

aws

Il nostro primo evento in Ticino in collaborazione con AWS, un evento gratuito rivolto a coloro per cui il lavoro con AWS rappresenta una novità e per chi invece ha già
dimestichezza con il cloud computing e vuole scoprire le ultime novità presentate all’AWS re:Invent di Las Vegas.
A seguire, il meetup AWS User Group Ticino con ospite speciale il Technical Evangelist AWS Danilo Poccia.

Registrati qui

27 gennaio - Incontro Community 4DevOps + Docker Italia

i4di 2

Un incontro super a Roma, in cui si susseguiranno talk interessanti su Serverless, containers, orchestrazione e molto altro legato al mondo DevOps.

Vedi l'agenda

4-5 febbraio - Fosdem

fosdem

L'appuntamento da non perdere per gli amanti dell'open source, e della buona birra artigianale 🍻

Sito dell'evento

11 febbraio - mini iad Vimercate

mini iad

L'Italian Agile Days si fa piccolo e va in tournée, il keynote di Ran Nyman ci parlerà di casi di successo di un'implementazione del framework LeSS in aziende di grandi dimensioni

L'evento è già sold out 😢

 

Pronti a partire? ci vediamo li, o seguici su twitter

gennaio 13, 2017 - No Comments!

Mobile Development the XP way

XP mobile

Lo sviluppo di applicazioni mobile comporta nuove sfide rispetto allo sviluppo web tradizionale, come, ad esempio, testare l’applicazione su dispositivi in continua evoluzione o automatizzare i processi manuali ripetitivi e soggetti ad errori per il rilascio sui vari store e piattaforme di distribuzione.
All’ultimo Agile Days, Tiago ha raccontato la nostra esperienza e le soluzioni implementate per arrivare ad un processo di mobile continuous integration con compilazione automatica e rilasci per i tester. In una comunità non molto test infected non è stato facile applicare TDD, ma i risultati ottenuti in termini di stabilità e pulizia del codice giustificano l’investimento.

Slides della presentazione

Link utili

Tiago è anche il trainer del corso “Continuous Delivery su progetti iOS”  in cui vengono spiegate a livello teorico e pratico i principi e le tecniche che permettono di automatizzare il processo di rilascio su App Store. Contattaci per organizzare una sessione on-site per il tuo team.

gennaio 5, 2017 - No Comments!

Serverless Test Driven Development

serverless tdd

Il paradigma serverless permette di dimenticarci della gestione dei server per poterci concentrare sulla realizzazione di funzionalità. Insieme a Filippo Liverani all'Italian Agile Day abbiamo visto come creare funzioni Lambda mantenendo alta la qualità del codice, con l'utilizzo del test driven development e ambienti locali di sviluppo e di produzione quanto più simili possibili con Docker.

Durante il talk, Filippo ha mostrato in un'applicazione di test come scrivere il primo test di accettazione in locale, un microciclo red, green, refactor e il deploy su Amazon Web Services con il framework Serverless, per poi eseguire con successo il test di accettazione direttamente sull'endpoint creato su AWS.

Repository del progetto: https://github.com/xpeppers/serverless-tdd

Slides della presentazione

Contattaci per maggiori informazioni su come adottare Serverless in azienda e se l'argomento test driven development ti interessa non perdere la prossima edizione del corso TDD explained.

dicembre 20, 2016 - No Comments!

La pratica del daily journal

daily journal

All'ultimo Agile Day, Pietro di Bello ci ha raccontato la pratica del daily journal: un diario di bordo, da scrivere a fine giornata, per raccontare come è andata, le cose apprese, cosa manca per chiudere il task in lavorazione e quali ostacoli si sono incontrati.

Le slides della presentazione: